Uccidi i parassiti!

parassiti nel corpo umano

Come uccidere un verme che ci rode dall'interno.

Con una risorsa dell'organismo di 150 anni, viviamo 2-2, 5 volte di meno.

Secondo nuovi studi, l'accorciamento più fatale delle nostre vite è un esercito di vari parassiti: vermi, amebe, coleotteri e funghi.

Dove vivono i cannibali?

Durante la loro vita, quasi tutti soffrono almeno una volta di una malattia parassitaria. Ma allo stesso tempo, i parassiti sono spesso presi alla leggera. Pensa, vermi. È un peccato, ma non fatale.

Tuttavia, i parassiti sono più spaventosi e più insidiosi. Non sono solo ladruncoli che mangiano il nostro cibo dentro di noi. Ci mangiano anche, nutrendosi della nostra carne e del nostro sangue - veri cannibali e vampiri.

I parassiti sono molto diversi, sono state studiate solo circa trecento specie di vermi. E vivono non solo nell'intestino. Esistono tipi di parassiti che "intasano" i linfonodi, il che porta allo sviluppo della cosiddetta elefantiasi. Gli arti di chi li indossa si gonfiano a dimensioni incredibili. Un uomo minuscolo, senza uccidere il suo ospite, sfigura il suo aspetto in uno stato di bruttezza, e fino ad ora la medicina non può far fronte a casi trascurati.

Un'ameba appuntita può prendere dimora nei tuoi occhi. All'inizio - uno, ma presto ricoperto di prole. I parassiti invaderanno un'intera colonia e distruggeranno la cornea. Poi viene la cecità.

In linea di principio, i parassiti possono prendere in simpatia quasi ogni luogo del nostro corpo. I loro nomi parlano dei loro habitat e, allo stesso tempo, delle loro preferenze gastronomiche. Ad esempio, i tipi di tenia: tenia suina e bovina. Tra i platelminti ci sono dei veri buongustai: trematode epatico, trematode polmonare.

Alcuni parassiti si stabiliscono nel cervello. Con tutto ciò che implica: dai blackout al crollo mentale e alla morte.

La BBC ha realizzato un film sugli esperimenti con i volontari. Un inglese ha accettato di coltivare letteralmente una tenia bovina in se stesso. Dopo aver ingoiato la larva davanti al teleobiettivo, il volontario ha audacemente innaffiato il pasto con una bottiglia di vino e ha iniziato a essere regolarmente diagnosticato. Per 11 settimane, la tenia ha raggiunto dimensioni impressionanti. Quando il parassita a forma di nastro è stato rimosso dal corpo del ricercatore, si è scoperto che ha superato il suo ospite in altezza: 2, 5 metri.

Nota che la tenia del toro può crescere fino a 7-10 metri. Dai solo carta bianca: nel senso: mangia bene. È vero, oggi è abbastanza facile sbarazzarsi di un tale abominio: sono state create pillole efficaci per i vermi.

Un'altra trama: i bambini dell'isola in Polinesia sono portatori quasi al 100% di vermi intestinali. Man mano che si sviluppano, i parassiti si spostano dall'intestino ai polmoni, dove, una volta maturati, tossiscono di nuovo nell'intestino, dove vivono già felici e contenti. Il bambino, ovviamente, è l'opposto. I medici distribuiscono pillole e un piccolo secchio ai bambini. Quest'ultimo è per i vermi, di cui 5-7 pezzi escono dal corpo di un bambino esausto, ciascuno lungo 10-15 centimetri. Poi tutto ricomincia: i bambini stanno scavando nel fango - i medici stanno distribuendo pillole e secchi . . .

Un parassita piuttosto fantasmagorico: un pesce dell'Amazzonia, che di solito succhia il sangue dei pesci più grandi, determinando la vittima dall'urea. Ma se una persona allevia con noncuranza il bisogno di acqua, allora morde . . . Bene, capisci. In realtà, tutto questo sembra essere storie dell'orrore da una serie di racconti intorno al fuoco. Ma gli operatori della BBC non sono stati troppo pigri per trovare la vittima, dalla quale i chirurghi hanno ritagliato un pesce spudorato proprio dal luogo. Il parassita è riuscito a stabilirsi nel pene, provocando un dolore infernale al proprietario.

Non a tutti è consigliato guardare un film del genere. La vista non è per i deboli di cuore.

Controverso

La scienza moderna afferma che il parassitismo non è la coesistenza pacifica di organismi geneticamente dissimili. In parole povere, il parassita usa l'ospite come fonte di cibo e habitat.

Ma prima era così. Oggi un certo numero di scienziati è giunto alla conclusione che i parassiti del 21° secolo non solo si nutrono dei loro ospiti, ma imparano anche lentamente a manipolarli. L'esempio più semplice: alcune specie di vermi hanno bisogno di lasciare una persona per un po' di tempo ed essere nell'acqua per riprodursi. I vermi causano ulcere sulla pelle, una persona avverte una forte sensazione di bruciore, corre al serbatoio più vicino, lava le ferite. E più tardi, nello stesso serbatoio, viene nuovamente infettato dalla progenie dei parassiti.

È vero, questo metodo funzionerà in un villaggio in Africa o nel sud-est asiatico, ma difficilmente in un paese sviluppato. E ancora di più in città.

Per gli abitanti della metropoli le forme di manipolazione sono più sofisticate. Il parassita umano più comune è una creatura chiamata Toxoplasma. In precedenza, erano considerati innocui. La ricerca in Inghilterra e nella Repubblica Ceca suggerisce che i parassiti interagiscono con le sostanze chimiche nel cervello umano. E hanno quasi la capacità di controllare il cervello.

Finora, anche gli scienziati più radicali non osano affermare che ci sia un sottotesto insidioso in questo. Infatti, uccidendo l'ospite, il parassita morirà o sarà costretto a cercare un nuovo rifugio e "sala da pranzo". E perché ne hanno bisogno?

Tuttavia, l'osservazione di volontari infetti da Toxoplasma ha mostrato che hanno una reazione lenta e che spesso (spesso non infetti) commettono atti avventati. Che almeno può causare lesioni, incidenti, incidenti stradali.

C'è anche una teoria secondo cui i parassiti sono in grado di riprogrammare il nostro corpo per un ciclo di vita più breve.

Cosa fare?

Soprattutto, pratica una buona igiene. Lavati le mani, non mangiare da piatti sporchi, su cui strisciavano le mosche.

Monitora la qualità del cibo e delle bevande. I parassiti entrano spesso nel corpo umano con acqua e cibo sporchi (la famigerata tenia bovina è facile da raccogliere con un pezzo di carne non sufficientemente fritta).

Pulisci e arieggia spesso la tua casa. Le larve e le uova dei parassiti possono entrare nell'appartamento sulla pelliccia degli animali domestici, sulle scarpe.

In estate, prenditi cura di te in vacanza, soprattutto quando viaggi in paesi esotici.

Sintomi e segni esterni di danni da parassiti interni:

  • la pelle è ruvida, porosa, soggetta a cellulite, acne, acne, ulcere;
  • stanchezza cronica senza motivo apparente, depressione, nervosismo, disturbi del sonno;
  • ipersensibilità ai cambiamenti climatici. Distonia vegetovascolare. Ipotensione;
  • mal di testa;
  • raffreddori persistenti e malattie broncopolmonari;
  • disturbi del peso e del metabolismo. Attacchi regolari di fame o perdita di appetito;
  • dolori muscolari e articolari;
  • nausea, disturbi delle feci, flatulenza.