Parassiti nel corpo umano

Quando si pianifica una vacanza in paesi caldi, bisogna ricordareparassiti nel corpo umanoche puoi portare con te dai resort non solo souvenir, ma anche ospiti non invitati.

La medicina conosce diverse centinaia di organismi che non possono vivere senza di noi. Il motivo di un atteggiamento così riverente non è affatto filantropico - al contrario, i "freeloader" perseguono gli obiettivi più egoistici: mangiare a nostre spese, dormire in noi, allevarci. Parassiti, in una parola!

Per trovare ospiti inaspettati in tempo dopo una vacanza sia al mare che in periferia, vale la pena sottoporsi a diagnosi.

Tutto sarà trovato

Da qualsiasi viaggio puoi portare con te un "regalo" sotto forma di elminti - vermi che parassitano nell'intestino. I più comuni sono nematodi e ossiuri.

Diagnostica:Il modo più sicuro per trovarli è donare le feci per le uova al verme. Nota: l'analisi dovrà essere eseguita tre volte a intervalli di 2-3 giorni, poiché i nematodi non depongono le uova tutti i giorni. Inoltre, in parallelo viene eseguito un raschiamento dal retto: questo aiuterà a portare gli ossiuri in acqua pulita.

Se non è stato possibile trovare l'elminto, ma il medico ha ancora dei dubbi, dovresti usare i metodi di "sicurezza". Numerosi esami sierologici del sangue possono rilevare gli anticorpi contro gli elminti, che compaiono nel sangue entro poche settimane dall'incontro con il parassita. Ma il medico dà la direzione per queste analisi e le fa decifrare, vista la complessità della diagnosi. Esistono anche metodi più seri per rilevare "aderenti". Ad esempio, a volte è necessario ottenere il contenuto del duodeno o del retto. Nel primo caso viene installata una sonda o il cosiddetto test di stringa: una stringa con una capsula viene inserita attraverso il naso nell'intestino e dopo 4 ore viene rimossa insieme a un campione del contenuto. Nel secondo caso viene eseguita una colonscopia (durante la procedura, l'endoscopista esamina e valuta le condizioni della superficie interna del colon utilizzando una sonda speciale) e il contenuto viene anche preso per l'analisi. Nonostante la descrizione spaventosa e la condotta stazionaria, le procedure sono tollerate dai pazienti abbastanza facilmente.

Prevenzione:Gli esperti consigliano di sottoporsi a un test per le uova di verme a tutti coloro che tornano dalle vacanze e ogni autunno di fare questo test ai bambini che non sempre si lavano accuratamente le mani e ciò che mangiano durante le vacanze.

Il tempo sta finendo:Se si sospetta un'infezione da vermi, è necessario sottoporsi al test il prima possibile per fare la diagnosi corretta e rimuovere rapidamente i parassiti. L'elmintiasi prolungata è irta di esaurimento, problemi al tratto gastrointestinale, grave anemia, gravi allergie e la presenza di alcuni "ospiti" nel corpo può persino portare alla morte.

Inaspettata invasione

Se sei preoccupato per prurito, arrossamento, eruzioni allergiche, febbre, brividi, crampi addominali, sangue nelle feci, è molto probabile che la causa sia nei parassiti.

Secondo gli specialisti in malattie infettive, il parassita più comune è la larva migrante, che in latino significa "larve migratrici". Entrano nel corpo umano attraverso la pelle, il più delle volte attraverso i piedi. E poi praticano dei fori sotto la pelle delle gambe, della schiena, dell'addome. Allo stesso tempo, la persona infetta è preoccupata per il prurito, il rossore dovuto al movimento delle larve e le eruzioni allergiche. Questi sintomi sono i principali nella diagnosi, quindi, se sul corpo compaiono prurito e zone di arrossamento, corri dallo specialista in malattie infettive!

Diagnostica:Viene eseguito tenendo conto dei segni elencati, la diagnosi è confermata da metodi strumentali (endoscopia, radiografia, ecc. , A seconda dell'area della lesione) e sieroimmunologici (esame del sangue per gli anticorpi corrispondenti).

Prevenzione:Può essere chiamato una barriera: ardesia, l'abitudine di prendere il sole non sulla sabbia, ma sui lettini, in casi estremi sugli asciugamani. Se vuoi davvero camminare a piedi nudi, è meglio scegliere una striscia di sabbia bagnata dall'onda: le larve non vivono lì. A proposito, il più delle volte vengono portati da Malesia, Indonesia, Sri Lanka, Thailandia, India.

Non semplice avvelenamento

Un'altra malattia pericolosa che colpisce spesso i turisti è l'amebiasi. L'ameba è l'animale unicellulare più semplice che entra nel nostro corpo con frutta e verdura non lavate, acqua di rubinetto o stagno, dopodiché inizia a riprodursi attivamente nell'intestino. Ciò porta a danni alla parete intestinale: le amebe penetrano nel flusso sanguigno e con esso in una varietà di organi: fegato, polmoni, cervello. I segni caratteristici della malattia sono febbre, brividi, crampi addominali, feci miste a sangue.

Diagnostica:Prima di tutto, le feci vengono prese per l'analisi, in cui di solito si trovano le amebe. Inoltre, esaminano i risultati dei test sierologici al fine di identificare anticorpi specifici (questi test sono particolarmente efficaci nella diagnosi dell'amebiasi extraintestinale).

Prevenzione:Per non ammalarsi di amebiasi, è necessario che sia una regola bere solo acqua in bottiglia, lavare con essa frutta e verdura ed evitare che qualsiasi altra acqua dolce o di mare entri in bocca. Molto spesso, questa infezione viene portata dall'Africa, dall'Asia meridionale, dall'America centrale e meridionale.

Sorpresa dalla sanguisuga

Negli ultimi anni, i turisti hanno portato sempre più la leishmaniosi da paesi lontani. Il parassita viene trasmesso attraverso le punture di zanzara, colpisce la pelle - dopo un po 'compaiono ulcere pruriginose caratteristiche. Il periodo di incubazione varia da 10 giorni a 1, 5 mesi, con una media di 15-20 giorni.

Diagnostica:Fortunatamente, non sarà difficile per uno specialista riconoscere questa malattia, la diagnosi viene effettuata sulla base di un quadro caratteristico. Per confermare, vengono eseguiti un esame batteriologico dei raschiamenti da un'ulcera o un tubercolo, una biopsia del fegato e della milza e analisi del sangue sierologiche. Il trattamento porta quasi sempre al completo recupero.

Prevenzione:Puoi proteggerti dalla leishmaniosi con moderni repellenti per zanzare che coprono la pelle esposta con una pellicola invisibile. I paesi più leishmaniosi sono Brasile, Perù, India, Nepal.

I corpi d'acqua dolce sono particolarmente pericolosi nei paesi caldi. Hai appena fatto un tuffo? Questo è sufficiente per portare un sacco di parassiti.

Regole semplici

La prevenzione più affidabile è l'igiene personale. Non mangiare carne e pesce crudi, non bere l'acqua del rubinetto e gli stagni, lavati le mani più spesso con il sapone, segui le regole per la manipolazione degli animali e sei protetto quasi al 100% dai parassiti!

Vicinanza pericolosa

Un parassita estremamente sgradevole che può essere infettato principalmente nelle zone rurali da cani domestici e da caccia è l'echinococco. Negli animali, l'echinococcosi procede senza gravi conseguenze, ma negli esseri umani può essere fatale. L'essenza della malattia: accumuli di vermi compaiono in vari organi, raggiungendo le dimensioni della testa di un bambino.

Cosa fare?Non è facile diagnosticare un'infezione; per questo vengono utilizzati diversi metodi. Ad esempio, la reazione di Katsoni, che nell'echinococco è positiva nell'89-90% dei casi. Il test è abbastanza semplice: 0, 2 ml di liquido echinococcico sterile vengono iniettati per via sottocutanea, con una reazione positiva, il rossore appare nel sito di iniezione. Vengono utilizzati anche test sierologici per gli anticorpi: come dimostra la pratica, sono efficaci nell'80% dei casi. Per conferma, vengono eseguite l'ecolocalizzazione ecografica e la tomografia computerizzata.

Prevenzione:È molto semplice proteggersi dall'echinococcosi: è sufficiente osservare le regole di igiene quando si comunica con i "fratelli minori" e rimuovere prontamente i parassiti da loro.